1

Discussione: L'antibiotico va preso sempre per un dente devitalizzato?

Leggendo le risposte che dà ai suoi pazienti ho quasi paura di dover prendere qualche antibiotico. Ho un dente con una fistola che è in corso di devitalizzazione, ed il mio dentista lo sta medicando per rimuovere l'infezione prima di chiudere i canali. Magari così si può evitare qualunque rischio di dover togliere il dente un domani, se l'infezione non dovesse sparire con le medicazioni.

2

Re: L'antibiotico va preso sempre per un dente devitalizzato?

L'antibiotico nel caso di infezioni dentali non è mai una cura, solo un'occasione per ammorbidire i sintomi e/o guadagnare un po' di tempo in più.
Se non è possibile estirpare la fonte dell'infezione all'interno del dente in maniera diretta, cioè raschiando le pareti infette dei canali e lasciandoli immersi con disinfettante, allora praticamente non esiste altro metodo per farlo, perché l'antibiotico si limita ad agire all'esterno del dente, ed in nessun modo arriva all'interno dei canali della radice, dove invece serve rimuovere i batteri.
Usare l'antibiotico sarebbe come tagliare alla base i rovi ogni volta che spuntano dal terreno, anziché estirparne le radici una volta per tutte... dovresti proseguire la cura antibiotica a vita, e i costi sarebbero maggiori dei benefici.
Nel tuo caso in particolare inoltre, non esistono indicazioni all'antibiotico, non hai dolore, non hai gonfiore, ed il dente è accessibile in qualunque momento per ripetere la medicazione, se c'è bisogno.
Ad ogni modo se sei decisa con l'iniziare la cura antibiotica, allora fallo pure, ma sappi che se inizi devi completare il ciclo (6gg per le penicilline ad esempio), e tieni presente, a scanso di equivoci, che gli antibiotici normalmente interferiscono con l'efficacia della pillola anticoncezionale.

Firma il libro degli ospiti!
Il dottore invita a praticare quotidianamente il riciclo e riuso