<![CDATA[Blog dentistico del dr. Mauro Savone]]> https://www.medico-odontoiatra.it/blog Thu, 20 Jun 2019 12:03:11 +0200 PHP <![CDATA[Pensieri volanti #50: il potere di Masha e Orso]]> https://www.medico-odontoiatra.it/b196-pensieri-volanti-50-il-potere-di-masha-e-orso Ho dovuto mettere Masha e Orso sullo schermo della poltrona, e, eccezione delle eccezioni, ho dovuto anche alzare il volume, ma almeno una bambina di neppure 3 anni è stata abbastanza buona per farsi pulire e otturare una carie alla prima seduta, facendomi stabilire un nuovo record.

]]>
Wed, 19 Jun 2019 10:04:29 +0200
<![CDATA[Pensieri volanti #49: intervallo]]> https://www.medico-odontoiatra.it/b195-pensieri-volanti-49-intervallo Pochi minuti fa, salutandomi, un arzillo paziente mi fa:

- Ora che abbiamo finito dottore, ti voglio dire una cosa: la sai la differenza tra le mutande di un vecchio e di una vecchia?

- No, questa mi manca...

- Nelle mutande del vecchio ci sono due prigionieri ed un invalido, in quelle della vecchia una trincea abbandonata!

]]>
Sat, 25 May 2019 09:54:20 +0200
<![CDATA[Le fogne di Calcutta]]> https://www.medico-odontoiatra.it/b193-le-fogne-di-calcutta Ebbene sì, succede anche questo, almeno a dar retta ai racconti:

 

Sarà vero? Facciamo finta di sì.

Il collega è stato scostumato: parlando di bocca si entra nella sfera intima della persona, e bisogna scegliere con attenzione quali battute fare, e soprattutto con chi farle.

Il massimo a cui io mi sono spinto (e la paziente sta ancora ridendo) è quando ho scherzato sul fatto che, se proprio le fosse venuta fame all'improvviso, con quei pezzi di salame tra i denti era come se avesse una piccola fraschetta sempre con sé; battuta soft, paziente che sta al gioco, tutti si divertono.

Ma fare il paragone tra la bocca di un paziente e una fogna (anche se ce ne sarebbe l'occasione molteplici volte durante la nostra carriera) è comunque da evitare, almeno a voce alta, o di fronte al paziente!

Però se vai dal dentista e ti si dice che ti puzza l'alito (in una delle varie forme politically correct che sarà cura del dentista scegliere) non ci devi rimanere male, ma apprezzare la sincerità di una persona che -suo malgrado- annusa l'alito delle persone per lavoro, e quindi ne sa qualcosa; apprezzi la sincerità prima, e poi fai qualcosa per risolvere il problema, a beneficio di tutte le persone che frequenti.

]]>
Thu, 14 Feb 2019 09:33:38 +0100
<![CDATA[Ricordate bimbi, i denti vanno puliti bene prima di andare a letto]]> https://www.medico-odontoiatra.it/b192-ricordate-bimbi-i-denti-vanno-puliti-bene-prima-di-andare-a-letto La paziente è una sozzona senza speranza, il dentista è sufficientemente bravo da

  1. Estirpare i residui di lasagna del natale precedente
  2. Convincere la paziente a pulirsi i denti
  3. Una volta appurato che la paziente ha fatto pace con lo spazzolino (e non prima), costruire una protesi ben fatta

La paziente dopo un po' litiga di nuovo con lo spazzolino, e si ricominciano ad accumulare i resti di colazione pranzo e cena dovunque, con relative colonie batteriche al seguito; il dentista richiama la paziente, insiste perché faccia di nuovo amicizia con lo spazzolino, ma la paziente se ne infischia, e quel poco che le è rimasto in bocca finisce per rovinarsi, facendo fallire la protesi.

La paziente va da un altro dentista per fare una nuova protesi, e denuncia il dentista precedente perché lei -la paziente- è una emerita sozzona e la protesi non ha resistito alle carriole di placca presenti nella sua bocca.

Il giudice dà ragione alla paziente, e condanna il dentista a pagare, perché quest'ultimo non aveva scritto da nessuna parte che la paziente doveva pulirsi i denti, ma glielo aveva solo detto a voce.

Non è una storia inventata, questo è l'articolo, di cui riporto un estratto:

]]>
Thu, 25 Oct 2018 09:11:13 +0200
<![CDATA[Sciacqui, prego]]> https://www.medico-odontoiatra.it/b191-sciacqui-prego Da almeno un mese non ho più la sputacchiera. Insomma quel vassoio dentro cui tutti i pazienti del dentista sono geneticamente abituati a sputare dopo essersi alzati per sciacquare, a volte di loro iniziativa senza esser prima stati invitati a farlo e senza aver chiesto, qualcuno ogni 30 secondi perché "ho la saliva in bocca" (mavà?!? fermo ché hai un capello in testa, adesso te lo tolgo)

Frequentando un forum odontoiatrico americano, un giorno vidi comparire una discussione intitolata (traducendola) "Chi è che usa ancora la latrina dentistica, anche conosciuta come sputacchiera?". Questo forum, grazie alla lingua inglese, è internazionale, ma per forza di cose almeno il 90% dei frequentatori è americano, e quindi le realtà quotidiane ivi descritte sono quelle statunitensi.

Ebbene, leggendo quella discussione ho scoperto che in America la sputacchiera non si usa, o meglio, ci sarebbe una scissione tra "nordisti" e "sudisti", per cui sulla costa orientale usano tutti bicchierino e sputacchiera, e negli altri stati sono più progressisti, e i loro riuniti verrebbero costruiti direttamente in fabbrica senza sputacchiera, oppure la fanno semplicemente rimuovere in un secondo tempo.

Il ragionamento alla base di questo è duplice: il primo è igienico (in effetti, anche se prima pulivo il vassoio tra un paziente e l'altro, di certo non si tratta di qualcosa che si può infilare in autoclave per essere sterilizzato, né è immaginabile smontarlo prima del paziente successivo per disinfettarlo approfonditamente, per cui risulta impossibile esser certi di aver pulito a dovere tutti gli angoli dello scarico, e bisogna affidarsi al disinfettante che si lascia agire al suo interno - un po' come anitra wc), ed il secondo prettamente imprenditoriale, la classica americanata, infatti il paziente che si alza per sciacquare e sputare, spesso in modo incontrollato, fa perdere tempo al dentista, ed il tempo è denaro.

Da italiano ho portato la mia testimonianza in quella discussione, ovvero che nel nostro paese tutti i dentisti, dal primo all'ultimo, hanno una sputacchiera montata, e anche se io già di mio la facevo usare poco, non ne potevo fare a meno durante la pulizia dei denti; anche se bonariamente, sono stato preso in giro dai colleghi oltreoceano.

Ed è così che ho fatto il salto della fede, una bella domenica mattina sono venuto in studio e armato di chiavi inglesi, brugole e fascette ho espiantato gli organi incriminati, cioè la fontanella per il bicchiere e il vassoio della sputacchiera. Ho dovuto anche progettare e produrre con la stampante 3D un coperchio per chiudere il buco rotondo che rimaneva sulla scocca dopo l'operazione (e devo ammettere che è venuto davvero bene).

Periodicamente capita il paziente che d'impulso si alza e fa per sputare (ma chi l'ha autorizzato?!?), solo per fermarsi all'ultimo momento e guardarsi attorno spaesato, il bolo ancora in bocca, in cerca della latrina, ed a quel punto spiego perché l'ho tolta, e infine "torni giù per favore, ci penso io". Almeno la metà di questi pazienti, dopo che ho provveduto ad aspirare asetticamente acqua saliva e quant'altro con l'inserto usa e getta, mi dice "ha fatto bene dottore, ottima idea", gli altri tacciono e sospetto che segretamente mi mandino qualche maledizione, ma le rivoluzioni non fanno mai contenti tutti.

]]>
Mon, 22 Oct 2018 22:14:17 +0200
<![CDATA[Pensieri volanti #48: questa non l'avevo ancora sentita]]> https://www.medico-odontoiatra.it/b190-pensieri-volanti-48-questa-non-l-avevo-ancora-sentita Mi chiama per un'urgenza, si è rotto un dente e sta male, mi chiede quanto potrebbe costare l'intervento e le do un range minimo-massimo.

Fissa un appuntamento, riservo un'ora in agenda vista la natura del problema.

All'orario prestabilito nessuno si presenta, dopo 15 minuti telefono e mi viene risposto:

- Sto talmente male che mi sono dimenticata (di solito si dimenticano perché stanno di nuovo bene, se stanno male invece se lo ricordano eccome) ecco sto andando proprio ora al pronto soccorso (allo stesso orario del mio appuntamento? ah giusto, al pronto soccorso è gratis) non ho neppure bisogno di inventarmi scuse, è che proprio sto male (com'è che si dice, excusatio non petita...)

]]>
Sun, 22 Jul 2018 12:06:31 +0200
<![CDATA[Pensieri volanti #47: due opposti che non si attraggono]]> https://www.medico-odontoiatra.it/b189-pensieri-volanti-47-due-opposti-che-non-si-attraggono Quando leggo o sento profferire l'espressione fisco amico.

]]>
Tue, 17 Jul 2018 22:47:04 +0200
<![CDATA[Non si può mica andare d'accordo con tutti!]]> https://www.medico-odontoiatra.it/b187-non-si-puo-mica-andare-d-accordo-con-tutti L'altro giorno una mia paziente mi raccontava come un loro caro amico di famiglia, che era diventato mio paziente a sua volta, fosse stato da sempre terrorizzato da qualunque medico, e nonostante questo, in occasione di una serata che avevano trascorso assieme, aveva tessuto davanti a loro le mie lodi, affermando che mai avrebbe permesso ad un altro dentista all'infuori di me di mettergli le mani in bocca (!!)
Questa mia paziente ha proseguito dicendomi "oltre ad essere bravo come dentista dev'essere anche un bravo psicologo, se è riuscito a curare persino il nostro amico", e per quanto io sia l'ultimo a tirarsi indietro quando si tratta di ricevere complimenti, le ho risposto che no, non sono bravo come psicologo, ed era semplicemente successo che quel loro amico fosse un tipo di persona con la quale, come a volte capita, si va particolarmente d'accordo, e questo aveva ovviamente facilitato metterlo a suo agio per proseguire le cure.
Naturalmente la mia impressionante bravura come dentista ha fatto il resto.

Un'altra cosa però ho aggiunto, rispondendo alla mia paziente, e cioè "ci sono ad esempio pazienti che non mi possono vedere... ed infatti non sono più miei pazienti, ma non a caso la cosa era reciproca", sì, perché se è vero che il compito di un professionista è quello di essere amabile, accogliente, simpatico, empatico, ma soprattutto di essere tutte queste cose in modo sincero e non costruito (i pazienti, diversamente, se ne accorgono), è anche sacrosanto che ogni persona abbia il suo personalissimo carattere, e può capitare che, come si dice, non si vada d'accordo "a pelle".

Tutto ciò per dire che prima dovreste andare d'accordo col vostro medico, e poi potete preoccuparvi di capire se è bravo o meno.

]]>
Sun, 10 Jun 2018 22:37:18 +0200