Agenesia incisivi laterali superiori,apparecchio, problemi e soluzioni

vania

Messaggio da vania » 5 ago 2013, 18:15

Buon giorno, dopo aver letto diverse domande e risposte del forum ecco la mia esperienza: agenesia degli incisivi laterali sup. all'età di 10 anni ho iniziato a portare l'apparecchio per 2 anni (parliamo di 27 anni fa), con l'obiettivo di fare l'impianto nell'osso. Fatto il giusto spazio, ho tenuto dei dentini finti (con un apparecchio mobile ed invisibile) fino a 17 anni, quando arrivato il momento di iniziare l'impianto, mi è stato detto di avere l'osso troppo sottile e l'unica soluzione è stata quella di limare 4 denti sani (incisivi centrali e canini) e montare un ponte di 6 denti, con tutte le problematiche che può avere un ponte...
ora mi rendo conto che non è stata la scelta più giusta e soprattutto forse se avessi chiuso i buchi avvicinando gli altri denti non avrei il costante problema di mordere e la preoccupazione che il ponte si possa staccare o addirittura rompersi (come del resto è già successo). Avendo un bambino di 8 anni e non vedendo spuntare un incisivo laterale già caduto da diversi mesi, ho fatto un'ortopanoramica in cui anche senza l'aiuto di uno specialista si vede chiaramente la mia stessa patologia...il dubbio è: lo stesso calvario che ho sopportato io non lo auguro a nessuno tantomeno a mio figlio, quindi sicuramente vorrei saperne di più sulla possibilità di avvicinare i denti anche se capisco benissimo che per un dentista va un pò contro natura, ma anche avere denti finti è un pò contro natura oltre che fastidioso e problematico. grazie

Avatar utente
Mauro Savone
Site Admin
Messaggi: 2167
Iscritto il: 30 lug 2010, 18:38

Messaggio da Mauro Savone » 7 ago 2013, 21:19

Ho letteralmente storto il naso quando ho letto del ponte di 6 denti contigui.
Devi sapere che al giorno d'oggi esistono tecniche per l'aumento osseo grazie alle quali sarà possibile inserire un impianto nella bocca di tuo figlio, anche se la cresta ossea rimasta sarà sottile.
In realtà, le tecniche esistenti tra 10 anni saranno persino migliori di quelle di oggi.

mariagio

Messaggio da mariagio » 4 set 2013, 18:59

Salve dottore, Mia figlia ha quasi 14 anni e le mancano i due incisivi laterali dell'arcata superiore ed anche i denti del giudizio. Il dentista le ha tolto qualche dente da latte che ancora permaneva e le ha avvicinato i canini con l'apparecchio. Solo ora vengo a sapere che si potevano recuperare gli spazi per inserire i denti mancanti. Si potrà fra qualche tempo riaprire gli spazi per inserire questi denti? Oppure è irreversibile ciò che è stato fatto? I canini sono ancora interi. Se gli spazi si dovessero riaprire c'è speranza di fare l'implantologia? Bisogna anche dire che i denti sono piuttosto piccoli.

Avatar utente
Mauro Savone
Site Admin
Messaggi: 2167
Iscritto il: 30 lug 2010, 18:38

Messaggio da Mauro Savone » 5 set 2013, 9:53

Credo sia molto difficile "tornare indietro" se gli spazi sono stati tutti chiusi, ma non impossibile. Dipende dalla buona volontà tua (economica), di tua figlia (di sacrificio) e del dentista (di responsabilità), ma una volta ipoteticamente ottenuto quel risultato senz'altro si potrebbero inserire degli impianti.

Andrea H.

Messaggio da Andrea H. » 12 set 2013, 0:40

Salve! Sono una ragazza di 20 anni e da qualche anno mi sono accorta di non avere i denti come tutti gli altri, ovvero mi mancano gli incisivi laterali superiori e non ho trovato nessuno come me. Guardando le mie foto da piccola ho notato che anche nei denti da latte mancavano e alle visite dal dentista mi veniva sempre chiesto dov'erano spariti. Ho fatto ricerche in internet, ma non ho trovato nulla. Saprebbe darmi una risposta?

Avatar utente
Mauro Savone
Site Admin
Messaggi: 2167
Iscritto il: 30 lug 2010, 18:38

Messaggio da Mauro Savone » 16 set 2013, 15:56

Andrea,
ho unito la tua domanda alla discussione generale sull'argomento, che stranamente non hai trovato.
Puoi sbizzarrirti a leggerla per trovare tante risposte ai tuoi dubbi.

Giulietta

Messaggio da Giulietta » 14 nov 2013, 17:59

gentile dottore,
sono una quarantenne con agenesia laterale dei due incisivi laterali superiori.
secondo lei sono ancora in tempo per risolvere il mio problema con l'apparecchio e l'impianto? Grazie in anticipo.

Avatar utente
Mauro Savone
Site Admin
Messaggi: 2167
Iscritto il: 30 lug 2010, 18:38

Messaggio da Mauro Savone » 16 nov 2013, 17:39

Giulietta,
l'apparecchio si può montare a qualunque età, l'unico requisito è che ci siano i denti da spostare :)

Loredana DP

Messaggio da Loredana DP » 26 nov 2013, 14:17

Buongiorno, volevo chiederle un parere in merito alla mancanza degli incisivi superiori di mio figlio di 13 anni. Attualmente ha ancora i canini da latte al posto giusto mentre i canini permanenti sono scesi al posto degli incisivi ma un po' ruotati su se stessi, quindi attualmente ha 4 canini superiori. Mi è stato consigliato di togliere adesso i due canini da latte e con un apparecchio di riposizionare i canini permanenti al posto giusto raddrizzandoli e creare quindi lo spazio x i futuri incisivi che dovranno essere impiantati all'età di 20 anni. Dalle sue risposte in merito ho capito che la soluzione dell'impianto e' quella corretta ma le chiedo se secondo lei è giusto togliere adesso i due canini da latte. Non sarebbe meglio aspettare che cadano da soli e poi riposizionare i due canini permanenti? Dovendo fare l'impianto a 20 anni e lasciare lo spazio libero per tanti anni nn si rischia che si consumi l'osso sottostante? Oltre il fattore estetico e fino ad allora avrà lo spazio vuoto degli incisivi con due denti provvisori incollati a quelli a fianco? La ringrazio molto

Avatar utente
Mauro Savone
Site Admin
Messaggi: 2167
Iscritto il: 30 lug 2010, 18:38

Messaggio da Mauro Savone » 28 nov 2013, 17:45

Loredana,
la tua considerazione è molto intelligente; tuttavia mantenere tutti gli elementi al loro posto fin quando non sarà possibile inserire gli impianti avrebbe come svantaggio appunto quello estetico di avere dei canini al posto degli incisivi laterali, che gli darebbero un aspetto in stile "Dracula", e inoltre quello, potenziale e da valutare, di alterare i rapporti occlusali, siccome i canini non si troverebbero al posto giusto, e, infine, un apparecchio fisso a questa età senz'altro avrebbe minori conseguenze sociali del doverlo portare a 20 anni.
Sono tutte considerazioni da valutare, ovviamente anche assieme al collega che eseguirà il lavoro.

Loredana DP

Messaggio da Loredana DP » 29 nov 2013, 11:16

La ringrazio moltissimo per la sua risposta celere e molto esaustiva. L'unico dubbio che mi permane, ovviamente una volta accertato che nn vi siano rapporti occlusali alterati...che non creino problemi di masticazione o deterioramento dei due canini permanenti stessi, è che togliendo i due canini da latte ora e portare un apparecchio x 7 anni, fino al raggiungimento dell'età dei 20 anni per poter eseguire l'impianto, intanto l'osso sottostante senza i due denti si consumi. Oltre il fatto che in questo lungo lasso di tempo, proprio per la presenza dell'apparecchio, ci saranno molte più probabilità di carie o problemi ai denti interessati dall'apparecchio stesso, e il fatto poco estetico che il bambino avrà i due spazi vuoti davanti per molto tempo. Se nn ci fossero problemi nei rapporti occlusali nn sarebbe meglio aspettare i 19 anni per togliere i due canini da latte, portare l'apparecchio per solo un anno e poi fare l'impianto? Credo nn si consumerebbe l'osso, il decorso di tutto questo riallineamento e impianto durerebbe solo un anno, invece che sette, a vantaggio psicologico anche del ragazzo. Cosa ne pensa Lei?

Avatar utente
Mauro Savone
Site Admin
Messaggi: 2167
Iscritto il: 30 lug 2010, 18:38

Messaggio da Mauro Savone » 2 dic 2013, 12:30

Le tue osservazioni sono anche in questo caso pertinenti e ben poste.
Non son io che debbo decidere tuttavia come impostare il trattamento, ma il dentista che seguirà tuo figlio, in accordo ovviamente con te; in questa sede posso solo chiarire alcune incertezze che si percepiscono nel tuo intervento, senza fornirti un mio parere personale, che non mi sento di dare senza aver visitato il bambino.
Se venissero estratti adesso i denti da latte, il trattamento ortodontico durerebbe solo il tempo necessario a spostare i canini permanenti nella loro normale posizione, e poi l'apparecchio verrebbe rimosso lasciando i maryland bridge a coprire gli spazi che non rimarrebbero quidi vuoti; inoltre da qui a sette anni senz'altro le tecniche chirurgiche per l'aumento e la rigenerazione ossea saranno ancora più valide di quelle attualmente a disposizione.
Rimangono valide le altre considerazioni sull'impatto sociale dell'apparecchio adesso o a 20 anni, sul riassorbimento osseo e la necessità di una scrupolosa igiene orale in caso di applicazione di ponti adesivi.

Loredana dp

Messaggio da Loredana dp » 6 dic 2013, 10:16

La ringrazio molto per la sua disponibilità e per le sue risposte molto esaustive. Complimenti per aver deciso di dedicare parte del suo tempo per aiutare gli altri, di mettere a disposizione le sue conoscenze professionali per aiutare le persone a comprendere e affrontare varie problematiche che possono incontrare.

Selene

Messaggio da Selene » 20 dic 2013, 1:26

Buongiorno,

Ho già letto numerose sue risposte a casi di agenesia, ma mi resta comunque una domanda: quando da ragazzina non mi sono cresciuti i due incisivi superiori, il mio dentista ha optato per il riempimento dello spazio avvicinando gli altri denti e limando i canini. Tutto ciò risale ormai a una decina di anni fa (ora ne ho 26).
Nel tempo lo spazio tra incisivi centrali e canini si è leggermente riaperto in seguito a problemi di tenuta dell'apparecchio di mantenimento (un filo in acciaio sulla parte posteriore dei denti).

Ora il mio dubbio è: avrebbe senso, invece di richiuderlo, allargarlo per fare spazio ad un eventuale impianto dei due incisivi mancanti? Dalle precedenti visite non sono risultati problemi se non dal punto di vista estetico. È un problema lieve, me ne rendo conto, ma mi causa molto fastidio. I canini, per forma e colore, anche avvicinati agli incisivi rendono il sorriso poco armonico e questo fatto comincia, solo ora, a pesarmi.

Vorrei sapere se dopo aver già spostato tutti i denti per mettere una toppa al problema, le sembra ipotizzabile effettuare il procedimento inverso e tramite un impianto trovare una soluzione definitiva.

Mi chiedo anche, inoltre, quanto tempo dovrei in questo caso tenere l'apparecchio e se esistono alternative alle placche metalliche, che onestamente da adulta non mi andrebbe di dover portare a lungo, considerando che a questo inestetismo si andrebbe necessariamente a sommare lo spazio da creare per le protesi.

Non sono più in contatto con il dentista che ha effettuato questo lavoro, per questo motivo - avendo trovato il suo blog cercando informazioni sull'argomento - mi permetto di chiederle un parere, che so benissimo non può sostituire una visita ma probabilmente mi aiuterebbe a farmi un'idea.

La ringrazio moltissimo per la sua disponibilità

Selene

Avatar utente
Mauro Savone
Site Admin
Messaggi: 2167
Iscritto il: 30 lug 2010, 18:38

Messaggio da Mauro Savone » 20 dic 2013, 13:05

Selene,
col consenso del paziente, adeguatamente informato, senz'altro intraprenderei la strada della creazione di spazio "postuma", ma ovviamente è necessario valutare spazi e necessità complementari per stimare dei tempi pur sempre approssimativi, oltre a sondare la disponibilità del dentista al quale materialmente ti rivolgerai per eseguire il lavoro.
Per ovviare ai problemi estetici ci sono attacchi in ceramica trasparente e ricostruzioni provvisorie che colmerebbero lo spazio aperto, non sarebbe quella la difficoltà del trattamento.

Rispondi