Pagina 3 di 5

Inviato: 18 lug 2012, 19:46
da Mauro Savone
Non è chiarissimo quello che racconti, siccome sembri contraddirti in alcuni passaggi, tuttavia la cosa più strana è che col trattamento ortodontico di ben 3 anni che hai fatto da bambina, oltre ad aver "raddrizzato" i denti superiori, non abbiano anche risolto il problema del posizionamento mandibolare, che soprattutto a quell'età si sarebbe potuto affrontare con discreta facilità.
Ad ogni modo le domande che mi poni vanno oltre lo scopo del forum, dopotutto a te non interessa tanto la tecnica esatta con cui far avanzare la mandibola (che sarebbe di competenza dell'eventuale medico che ti seguirà, e verrà decisa in base alla tua specifica situazione di partenza, che io non conosco), quanto piuttosto se la cosa è fattibile o meno.

In linea di massima, è sempre possibile riposizionare il mento in avanti, come scrivo già in questa pagina, ma in età adulta lo è solo in modo "funzionale" e non "anatomico", ovvero, in soldoni, la mandibola non può crescere quanto sarebbe necessario, ma la si può stimolare a posizionarsi anteriormente in modo costante (se ci sono le indicazioni per farlo).

Il tutto ovviamente escludendo la chirurgia, che è un campo di applicazione diverso dall'ortodonzia/ortopedia.

Inviato: 31 mag 2013, 20:33
da anonima
caro dottore ,
anche io ho la mandibola inferiore poco sviluppata, u ortodeontista mi ha detto che in età adulta l'unica alternativa è l'intervento, e che non si può ottenere un avanzamento solo con 1 apparecchio , in seguito però mi è stato dato 1 bite per la notte che provvede a tenere arcata superiore e inferiore lontane e inoltre i denti inferiori hanno la possiilità di slittate in avanti piano piano trovando un loro assetto. il dentista dice che questo dovrebbe aiutare.....mi smbra però davvero poco un bite solo notturno , e anche il meccanismo che ovviamente nn ho del tutto capito nn m pare molto "incisivo"....grazie in anticipo...

Inviato: 3 giu 2013, 12:17
da Mauro Savone
Come fa il bite notturno alterando la superficie occlusale, un apparecchio può spostare i denti in modo che la mandibola sia costretta a scivolare in avanti per trovare un buon incastro tra le arcate superiore e inferiore; non si tratta di un avanzamento mandibolare da crescita ossea, che in età adulta è impossibile, ma di un avanzamento puro ottenuto per ricollocazione delle estremità ossee.

Inviato: 8 set 2013, 10:21
da Alessandra
Gent.mo Dottore,

anch'io come molte persone che l'hanno contattata ho problemi con la mia bocca. In particolare una retrusione mandibolare associata a cervicale innarcata, postura scorretta palato inferiore e superiore piccoli e soprattutto frequenti mal di testa, acufene, dolori all'orecchio, dolori alla schiena.

Mi sono rivolta ad un ortodonzista che ha la mia fiducia e ritengo il preventivo in linea con quello che mi propone.

Da lei vorrei avere un'ulteriore conferma sul tipo di terapia ossia:
- apparecchio fisso superiore (QH+UA) per guadagnare con incisivi e canini una pozione piú spostata verso l'esterno della bocca e con il resto dei denti cercare di spingere in fuori per avere piú spazio nel palato
- apparecchio planas superiore e inferiore
- apparecchio funzionale per derotazione verso dx parte superiore
- apparecchio di contenzione
Il tutto associato a fisioterapia.

Da lei vorrei sapere se una terapia cosí articolata, della durata di circa 30 mesi, a 30 anni passati puó essere appropriata?

La ringrazio

Alessandra

Inviato: 10 set 2013, 12:19
da Mauro Savone
Alessandra,
il collega ti ha visitato, ha osservato le lastre, ha i tuoi modelli in gesso... io invece non so praticamente nulla di te, quindi non posso darti assolutamente nessun parere.
Ad ogni modo l'approccio del collega sembra essere molto funzionale e molto poco ortodontico (QH immagino sia il Quad Helix, ma UA cos'è? Per il beneficio dei lettori, ed anche del sottoscritto, è sempre preferibile scrivere per esteso)

In linea di massima qualunque cosa "va bene", se introduce un elemento di stimolazione della corretta funzione occlusale e articolare, tuttavia la bontà del trattamento si può vedere solo a lavori finiti; in età adulta, come è lecito attendersi, le terapie funzionali non hanno un effetto determinante come nell'età dello sviluppo.

Inviato: 9 dic 2013, 11:48
da Ariannapam
Caro dottore,
È da quando sono bambina che ho una mal occlusione, dovuto alla sbagliata salivazione e quindi la lingua si impone tra i denti superiori e i denti inferiori, portando la mia mandibola più indietro. Per risolvere ciò mi è stato detto di dover mettere l'apparecchio fisso con elastici e io mi chiedevo se ci fosse un modo meno visibile di questo? Un'apparecchio mobile funzionerebbe? Ho 20 anni e non sono tanto contenta di mettermi un apparecchio fisso.

Inviato: 10 dic 2013, 12:20
da Mauro Savone
Arianna,
non so come ti avrebbero giustificato il nesso tra salivazione da una parte, e posizione della lingua e della mandibola dall'altra, comunque alla tua età è necessario che l'apparecchio funzioni durante il 100% del tempo, e quello mobile, che per ovvi motivi preferisci in modo da non doverlo portare sempre, avrebbe una efficacia trascurabile per lo scopo che ti prefiggi.

Inviato: 31 mar 2014, 14:35
da novembre
Gentile dottore,

anche io ho una errata occlusione, la mandibola inferiore è piuttosto arretrata rispetto a quella superiore. Ciò causa un notevole difetto estetico e anche dolori alla cervicale e alla schiena. Ho 33 anni e, pur conspevole del problema, l'ho sempre accantonato perchè i dentisti mi hanno sempre parlato di intervento chirurgico.. Inoltre da ragazzina ho portato per molto tempo l'apparecchio fisso, ma sono capitata nelle mani sbagliate. Tanti soldi spesi, nessun risultato.. anzi, temo che il dentista abbia provocato ancora più danni!
Adesso penso sia arriviato il momento di fare qualcosa..

Ho letto che secondo lei in molti casi non è necessaria la chirurgia.. e ciò mi fa mooolto piacere!! Mi sfugge però una cosa: con l'apparecchio è possibile far avanzare la mandibola inferiore che, tuttavia, rimarrebbe più corta rispetto a quella superiore.. non si è proprio sviluppata, credo.

Mi sembra di capire che sia necessario il "vecchio" apparecchio con le placche visibili.. mediamente quanto è necessario tenerlo per ottenere un risultato?

Ho letto che lei visita a Roma.. decisamente fuori mano per me. In giro ci sono tantissimi dentisti, non saprei davvero come orientarmi. Il timore è quello di capitare nuovamente nelle mani sbagliate. Avrebbe nominativi di colleghi che ricevono a Como o Milano?

Grazie!!!

Inviato: 31 mar 2014, 19:57
da Mauro Savone
Prima di affermare che la tua malocclusione sia alla base dei dolori di schiena e cervicale, bisogna risolverla e vedere se i dolori passano!
Spiego già in questa discussione di come l'avanzamento in età edulta, nei trattamenti non chirurgici, sia solo di riposizionamento, comunque preferibile al mantenere lo status quo, ed ovviamente è necessario l'apparecchio fisso, ma ne esistono varianti estetiche valide.
Come immagini è infruttuoso fare previsioni sulla durata del trattamento non potendoti visitare, e purtroppo se da una parte capisco perfettamente il tuo dubbio nello scegliere un medico, di fronte all'enorme panorama di diversi professionisti, dall'altra non ho contatti con colleghi del nord-italia per poterti suggerire in coscienza dove recarti, ma ti ringrazio senz'altro della fiducia che mi hai accordato chiedendomi consiglio su una scelta così delicata!

Inviato: 24 nov 2014, 20:43
da LORENZO13
GENTILISSIMO DOTTOR SAVONE VORREI SAPERE SE METTENDO L'APPARECCHIO PER SPOSTARE IN AVANTI LA
MANDIBOLA INFERIORE A MIO FIGLIO DI 13 ANNI SI POSSONO AVERE PROBLEMI ALLA COLONNA VERTEBRALE
VISTO CHE E' AFFETTO DA ' LIEVE SCOLIOSI DORSOLOMBARE AD S, CON ANCA SINISTRA PIU' ALTA DELLA
DESTRA DI 5mm E DORSO CURVO.
LORENZO13.

Inviato: 26 nov 2014, 18:44
da Mauro Savone
Lorenzo,
l'avanzamento mandibolare credo sia utile nella bocca di tuo figlio per una seconda classe scheletrica e dentale, e farlo adesso significa sfruttare la crescita ossea puberale.
Correggere la relazione scheletrica tra mandibola e mascella senz'altro non peggiora la postura, ma al limite può migliorarla, assieme sicuramente ad attività fisica.

Inviato: 31 dic 2014, 3:03
da LucaP
Salve dottore sono un ragazzo di 20 e da circa un paio non porto più l'apparecchio, il mio problema, oltre ai denti abbastanza storti, era un disallineamento dell arcata dentale superiore con quella inferiore, che era notevolmente arretrata. Stavo curando questo problema con i classici elestici che tiravano per l allineamento delle arcate dentali, pochi giorni dopo aver interrotto la terapia, che aveva portato dei risultati ( le arcate erano allineate ), prima del dovuto, ho avvertito diversi scricchiolii a livello appunto mandibolare ( segno immagino che la mandibola stesse riarretrando ). Ora dopo diverso tempo ( circa 2 anni ) mi ritrovo con un mandibola che slitta ( non so ormai quale sia la sua posizione originale, mi sforzo di tenere allineate le arcate, e con un bruttissimo risultato per quanto riguarda l aspetto estitico. Premetto che non ho finito la terapia ortodontica. Cosa ne pensa e cosa mi consiglia?

Inviato: 1 gen 2015, 21:32
da Mauro Savone
Sai che il mio parere può essere generico e non risolutivo, non ti ho mai visitato; lo spostamento mandibolare che hai osservato è appunto tale: solo uno spostamento.
Quando la mandibola risulta stabilmente riposizionata, sia l'occlusione che i muscoli e l'articolazione funzionano in accordo con la nuova posizione, mentre se nel tuo caso, forse perché per tua stessa ammissione il trattamento non è giunto a termine, questa stabilizzazione non si è ottenuta, e i problemi che riferisci sono una ragionevole conseguenza di ciò.

Inviato: 22 gen 2015, 14:25
da gabriele
Sono un morso profondo,per ora non avverto particolari dolori ma solo degli scrosci all altezza del condilo destro ma nemmeno tanto fastidiosi quello che volevo chiedere é: sapendo che é possibile ottenere un avanzamento mandibolare senza allungamento dei capi ossei vorrei sapere una volta che si realizza ciò, i rapporti occlusali non vengono modificati? visto che é solo la mandibola a spostarsi e non i denti? come fanno i denti a ritrovare la giusta occlusione?

Inviato: 22 gen 2015, 22:54
da Mauro Savone
Tu non sei un morso profondo, ma hai un morso profondo... comunque all'avanzamento mandibolare con o senza allungamento del condilo si associa una ortodonzia di armonizzazione delle arcate in modo che ci siano rapporti dentali corretti; tra l'altro se avanza la mandibola naturamente lo fanno anche tutti i denti dell'arcata inferiore che sono alloggiati nel suo osso!