Canale calcificato, apicectomia o altro?

Rispondi
Avatar utente
xam4033
New member
Messaggi: 1
Iscritto il: 12 giu 2013, 22:01

Messaggio da xam4033 » 18 giu 2013, 8:28

Salve, premetto che ho i due incisivi anteriori “morti” già da tempo (in parte sono neri), ovvero senza il nervo , il tutto dovuto ad apparecchio dentale e relativo trauma dei denti ecce cc…ora mi è venuto un…. curato al momento con antibiotico,il dentista ha cercato inutilmente di devitalizzare il dente ma non ci è proprio riuscito era tutto completamente “incrostato e calcificato”, pertanto ha proposto due soluzioni:

- 1. impianto + capsula
- 2. apicectomia con rigenerativa + perno fisso + capsula
Relativamente al secondo punto mi chiedevo , per la capsula devo attendere circa un anno ed in questo tempo il dente com’è? A cosa serve la capsula ? ci sono accorgimenti da adottare ecc?

Chiedo un vs. parere in merito per capire quale sia la soluzione migliore e che possa scongiurare sgradite sorprese anche nel futuro.

Grazie mille per ogni vostro chiarimento

Avatar utente
Mauro Savone
Site Admin
Messaggi: 2144
Iscritto il: 30 lug 2010, 18:38

Messaggio da Mauro Savone » 19 giu 2013, 18:11

Davvero strano che un dente con una radice dritta e ampia come un incisivo non sia affatto percorribile con gli strumenti canalari, ma può succedere.
Ad ogni modo, è ancora più raro che un trattamento ortodontico causi "traumi" agli incisivi centrali, a meno che le forze in gioco non siano state davvero esorbitanti.
La soluzione devi purtroppo sceglierla in autonomia, dopo esserti fatto spiegare per filo e per segno dinamica, pro e contro delle due alternative.

Avatar utente
xam4033
New member
Messaggi: 1
Iscritto il: 12 giu 2013, 22:01

Messaggio da xam4033 » 29 lug 2013, 11:05

Recandomi da endodonzista ho scoperto che il precedente dentista ha commesso diverse irregolarità:
- non mi ha comunicato di aver lasciato un pezzo di attrezzo all'interno del dente!?!?
- si è fatto una fotografia senza autorizzazione di una panoramica di mia proprietà!
- con diverse lastre fatte tutte senza alcuna protezione!!
- ora devo spendere diversi soldi per togliere l'attrezzo e per chiudere aventuali perforazioni non eseguite correttamente

chissa se potro mai rivalermi legalmente per tale disastro?



ho eventualmente qualche lastra da farvi vedere per ulteriore vostro consiglio iè possibile ??

Avatar utente
Mauro Savone
Site Admin
Messaggi: 2144
Iscritto il: 30 lug 2010, 18:38

Messaggio da Mauro Savone » 3 ago 2013, 19:01

Probabilmente sarebbe stato preferibile avvisarti dell'evenienza della rottura dello strumento nel canale, cosa che comunque di per sé non configura un errore di condotta tecnica, siccome le fratture degli strumenti nei canali, semplicemente, succedono.
Ed una volta che sono successe, non è detto che sia facile, o addirittura possibile, rimuovere il frammento rimasto, ma a volte non è neppure indispensabile se il canale è già stato sufficientemente
Sta poi alla disciplina del medico decidere come procedere, ad esempio suggerendo egli stesso un collega endodontista di maggiore esperienza per risolvere la situazione.

Ad ogni modo, è normalissimo che un medico mantenga una copia digitale della ortopanoramica dei pazienti, siccome l'autorizzazione al trattamento dei dati personali che si deve concedere a qualunque medico prevede anche questo.

La protezione per le lastrine endorali è senz'altro una precauzione in più, tuttavia il danno da radiazione subentra in casi ben diversi, dove l'esposizione a radiazioni ionizzanti è ben più prolungata e massiccia di un "banale" scatto singolo. In altre parole, potresti farti fare una lastrina al giorno senza alcuna protezione, e non correresti rischi significativi.

In conclusione, parlare di disastro è una forzatura, ma se comunque ritieni opportuno agire in qualunque modo, contatta l'ordine dei medici al quale è iscritto il collega, e fai presente tutta la situazione.

Rispondi