Fastidio persistente dopo otturazione

Rispondi
Avatar utente
Alessandro2812
New member
Messaggi: 2
Iscritto il: 23 dic 2018, 19:06

Fastidio persistente dopo otturazione

Messaggio da Alessandro2812 » 23 dic 2018, 19:30

Salve,
2 giorni fà mi è stata fatta un'otturazione al secondo molare sinistro , la carie era molto profonda e quindi vicina al nervo e mi è stato detto che si trattava di un tentativo finalizzato a non devitalizzare il dente nella speranza che guarisse.
Mi è stata fatta l'anestesia gengivale sia avanti che dietro il dente interessato e quindi l'intervento è stato piuttosto sopportabile.
Ha ripulito la carie, ma essendo come detto prima molto vicina al nervo ha 'pulito' il più possibile, inserito una sostanza che due parole 'stimola il nervo a reagire creando uno strato di dentina fra lui e la carie' e richiuso con il cemento.
Premetto che l'anestesia invece di due ore duró più di 4, come l'effetto diminui il dolore si intensificó fino a non essere sopportabile. Primo oki, seguito da uno prima di dormire.
Il dolore è più sopportabile in piedi che sdraiato e prima sera dormii seduto praticamente.
Fino a qui credo sia normale, ripeto la carie era piuttosto profonda e ha dovuto scavare parecchio.
Secondo giorno, per praticamente tutto il giorno il dolore è stato molto lieve, e non ho preso ne oki ne altro riuscendo addirittura a dormire l'intera notte sdraiato.
Oggi terzo giorno il dolore è peggiorato, oki allevia ma il dolore non scompare mai, inizio ad avere grandi problemi nel masticare dovuto a una iper sensibilità del dente otturato. Il dolore si espande alla guancia e all'orecchio nei momenti più intensi.
È normale che il dolore vada e venga? E che sia stato peggio il terzo giorno del secondo?
Mi sono state consigliate delle gocce che anestetizzano localmente il dente in caso di carie, può funzionare anche se otturato?
Conviene aspettare e sperare che il dolore migliori?
Scusate se ho dettagliato troppo, ma immagino servissero più elementi possibili, grazie in anticipo.

Avatar utente
Mauro Savone
Site Admin
Messaggi: 2058
Iscritto il: 30 lug 2010, 18:38

Re: Fastidio persistente dopo otturazione

Messaggio da Mauro Savone » 24 dic 2018, 15:10

Il tentativo è stato lodevole, ma come spesso succede negli adulti in casi simili, il dente sta andando incontro a pulpite, e difficilmente una volta arrivato a questo punto il dolore rientrerà spontaneamente.
Quello che di solito accade è che raggiunge un picco di intensità ("da lacrime") per poi diminuire velocemente fino a sparire del tutto, ovvero la polpa andrà in agonia e poi in necrosi. Al 95% il dente va devitalizzato quanto prima.

Avatar utente
Alessandro2812
New member
Messaggi: 2
Iscritto il: 23 dic 2018, 19:06

Re: Fastidio persistente dopo otturazione

Messaggio da Alessandro2812 » 26 dic 2018, 2:46

Grazie per la risposta precedente.
Domani sarà il 5 giorno dall'otturazione e il dolore è diventato un fastidio più o meno costante ed intenso, per lo più sopportabile.
Diciamo che riesco a non prendere antidolorifici e rispetto ai giorni passati il dolore è molto più lieve, provo un fastidio come se il dente sia fragile o quantomeno più delicato e sensibile degli altri.
Domani ho il check up dal mio dentista per vedere come affrontare la cosa, al telefono mi ha dato la sua stessa risposta, ossia che il dente è probabilmente da devitalizzare.
Capito questo, la mia domanda è ha senso secondo lei insistere e tenere l'otturazione nella speranza che il dolore come sia diminuito possa sparire?
Il dolore potrebbe tornare prima o poi o è un buon segno che stia diminuendo?
Credo di avere un nodulo gonfio in corrispondenza del dente e è il fastidio maggiore che provo.
Spero possa aiutarmi anche solo facendo luce sui dubbi che ho a riguardo, di nuovo grazie.

Avatar utente
Mauro Savone
Site Admin
Messaggi: 2058
Iscritto il: 30 lug 2010, 18:38

Re: Fastidio persistente dopo otturazione

Messaggio da Mauro Savone » 27 dic 2018, 10:24

A questo punto devi affidarti al collega che può testare di persona lo stato del tuo dente, ma tanto per continuare a fare ipotesi fondate su altre ipotesi, ti dico che non sono possibilista.

Rispondi