Terapia ortodontica 40 anni

Rispondi
Avatar utente
Antonietta Baeta
New member
Messaggi: 1
Iscritto il: 30 giu 2019, 15:37

Terapia ortodontica 40 anni

Messaggio da Antonietta Baeta » 30 giu 2019, 16:14

Salve Dottore,
Vorrei porle delle domande, e' da novembre che ho iniziato la terapia ortodontica, la situazione e' un po' particolare...nel senso che da circa 3/4 ho la tendenza a serrare la mandibola e digrignare...mi e' stato consigliato di utilizzare un bite notturno che ho portato per due tre mesi...ma che non portava nessun beneficio..mi era stato fatto da un dentista nel paese in cui vivo in.provincia di Milano...successivamente mi sono rivolta allo gnatologo Dott Broggi del San Raffaele..che sulla base dello stesso bite ogni mese lo calibrava in modo da ottenere l'appoggio stabile tra le arcate..
I fattori sono anche altri...ho la mancanza di un molare sul lato sinistro dell'arcata..esattamente il quarto partendo dal dente del giudizio...mi era cadiuto all'eta' di 14 anni...dente da latte cresciuto senza radice...non l' ho mai sostituito fino ad oggi...ho chiesto in passato..ma non mi era mai stata consigliato nessun tipo di terapia...tra l'altro del dente quando sorrido non si notala mancanza...ma questo ovviamente non vuol dire nulla...il fattore estetico non deve sostituire quello funzionale..
Dopo i vent'anni con lo spuntare dei denti del giudizio i molari sono stati spinti in avanti stringendo lo spazio necessario per l'implantologia...e recentemente i molari posteriori da entrambe le arcate sono in preocclusione non facendo chiudere in maniera corretta l'arcata anche nella parte anteriore....mi corregga se ho scritto in termini tecnici delle stupidate..
Il Dottor Broggi mi ha consigliato di intraprendere l'ortodonzia con la finalita' di sostituzone del dente mancante...per ristabilire un occlusione corretta...
Ho sentito il parere di tre ortodontisti...uno mi consigliava di togliere i soli denti del giudizio..molaggio selettivo .e mettere un dente piu' piccolo in sostitizione...
Un altro mi ha guardata dicendomi che questo era un caso molto complesso...e che probabilmente sarei stata un caso da intervento chirurgico...
Premetto anche che ho il palato stretto e problemi da rinosinusite....
L'ortodontista dove ho intrapreso attualmente la terapia ortodontica mi aveva inizialmente consigliato il molaggio selettivo e ponte nello spazio del dente mancante...dopo aver effettuato il calco si e" reso conto che l'unica terapia da attuare fosse l'apparecchio fisso...
Ho iniziato cosi' il tutto a novembre 2018...oltre all'apparecchio fisso durante la terapia il dentista.sta' attuando un po' alla volta anche del molaggio selettivo sui molari per ingranare meglio....
Attualmente io ho 40 anni...ed ho iniziato appunto a nobembre 2018 la terapia..
Dopo tutta quello che le ho scritto la mua domanda e' relativa al fattore funzionale ed estetico....
E' normale che dopo qualche mese di terapia mi si e' aperto il morso anteriore ancora di piu'...allargandosi l'arcata superiore.gli incisivi davanti tendono a stare molto aperti...io ho due incisivi un po' a paletta non esagerati.....ma la cosa che ho notato che e' come se il fattore occlusione anteriore sia peggiorato....
E' una fase normale durante il trattamento???
Ho chiesto al mio dentista ma lui dice di avere pazienza perche' il trattamento e' molto lungo...
Il mio sorriso non era sgradevole precedentemente...ora vedo che cmq l'arcata sta' diventando piu' rotonda ma mi si e' appunto aperto questo morso davanti...
Spero sia solo una fase transitoria..
Attendo un suo consiglio
Cordiali Saluti

Avatar utente
Mauro Savone
Site Admin
Messaggi: 2154
Iscritto il: 30 lug 2010, 18:38

Re: Terapia ortodontica 40 anni

Messaggio da Mauro Savone » 1 lug 2019, 18:15

Sicuramente ha indovinato il collega "di mezzo" nel considerare il caso complesso!
Non conosco i dettagli del programma ortodontico, comunque sì, durante il trattamento può capitare un'esacerbazione temporanea di alcuni tratti negativi della malocclusione, l'importante è averla programmata o prevista, e quindi sapere cosa fare per correggerla.
Il morso aperto anteriore si può correggere in vari modi, quindi le strade possibili sono molteplici, ognuna con i suoi pro e contro e le sue indicazioni.
Solo il tuo dentista ha la ricetta, per questo dovresti chiedere a lui cosa aveva progettato, in ogni caso puoi stare serena perché si tratta di un "problema" risolvibile.

Rispondi